giovedì 21 giugno: phidge

Ecco. Il giovedì tamponato è quello dei Phidge, che stavano uscendo semplicemente dal parcheggio, con la freccia lampeggiante, e si sono visti arrivare il mercoledì di Havah sullo sportello. Comunque, loro sapete chi sono e se non lo sapete dovreste informarvi. E se non volete informarvi, basta che leggete qua sotto. E se poi neanche volete leggere qua sotto – a parte che avete qualche serio problema – almeno venite a sentirli a musica sigillata, giovedì 21 giugno. Al Caffè Rubik di Via Marsala 31/d. Alle 20.00 si comincia. Alle 19.45 potreste anche trovare posto per sedervi con refrigeranti bevande.

Poi, in fondo al corridoio, gira a sinistra e trovi tutto.

I Phidge (Dodi Germano, Nick Di Virgilio, Oscar Astorri, Riccardo Fedrigo) nascono a Bologna nel 2003. I primi due promo autoprodotti, “…next June” del 2003 e “Disclosing how it feels” del 2004, permettono alla band di suonare sui palchi di alcuni dei più importanti festival d’Italia (Heineken jammin’, Neapolis, SixDaySonicMadness) e di farsi notare anche all’estero con due date in Svezia e una in Bosnia. Ma è grazie al terzo promo, “Glad, out of that” del 2006 che arriva il contratto con l’etichetta Riff Records di Bolzano. I Phidge registrano il loro album d’esordio ai Vacuum Studios di Bologna, con la produzione di Bruno Germano. Il master sarà affidato ai Saff Studios di Chicago.  “It’s all about to tell” esce nel gennaio del 2008 e viene salutato da un ottimo riscontro di pubblico e di critica. Segue una lunga serie di concerti che porta la band in giro per i palchi di tutta Italia. Durante l’estate 2008 la loro versione di “Little wonder” di David Bowie viene trasmessa dalla trasmissione cult di Radio2, “Dispenser”. Il batterista Simone Cavina decide di lasciare i Phidge per dedicarsi ad altri progetti. Ci vuole quasi un anno, ma verso la fine del 2009 i Phidge trovano in Oscar Astorri il loro uomo. L’arrivo di un nuovo membro porta i Phidge a ripensare da capo la loro musica. Dopo un anno trascorso a ricomporre completamente il loro sound, la band torna ai Vacuum Studios nel 2011 e ne esce con le undici tracce di “We never really came back”, il loro secondo album che uscirà per Riff Records il 6 gennaio 2012.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: