venerdì 24 febbraio: kyle

Ecco, la verità è che non sappiamo neanche noi esattamente cosa succederà. Perché i nostri mezzi sono quelli che sono e anche i Kyle – tecnicamente – sono quelli che sono. Nel senso che sono bravi – se può bastare come garanzia, Edoardo ha detto “Li ho ascoltati, hanno dei bei pezzi” – e sono tanti. Almeno, sono tanti per un locale come il Rubik, che venerdì 24 febbraio (tra le 20 e le 21) li sigilla, come ormai da tradizione, in una forma che però ancora ci sfugge. Noi siamo molto preoccupati e curiosi. Loro, forse, solo preoccupati. Tanto, una volta chiusi dentro, non vanno più da nessuna parte…
QUI c’è il link all’evento FB.

Canzoni da pioggia, o da sole filtrato dalle nuvole, sinfonie da cameretta o piccoli carillon da inizio settimana. Questo è, più o meno, Kyle. Nato qualche anno fa, nella primavera del 2008, dalle canzoni da cameretta di Michele Alessi (Captain Quentin, Vinsent, Maisie, Distape). Dopo una manciata di singoli messi in giro un po’ a casaccio per la rete, a fine 2010, esce omonimo il primo EP ufficiale contenente 5 brani scelti tra la prima dozzina di canzoni composte. Il disco è stato in download digitale gratuito come disco della settimana in esclusiva per RockIt a gennaio 2011. A fine 2011 è la volta del primo album vero e proprio prodotto da Overdrive Records: This Is Water contiene 10 brani inediti e questa volta attorno alla chitarra acustica c’è un bel movimento di strumenti vari: ottoni, archi, marimbe, legni, mandolini, contrabbasso.. chiamati ad arricchire le timbriche acustiche proprie del songwriting di Kyle. Ciò significa moltissimi ospiti nel disco, una ventina abbondante, tutti provenienti dalla scena calabrese con qualche gradita eccezione. This Is Water è stato pubblicato in un a dir poco generoso formato: un esclusivo vinile con in allegato al suo interno una versione dell’album in CD, ed un coupon per scaricare il disco in mp3 alta qualità. La cricca live di Kyle, oltre che da Michele, è composta dalla batteria di shakerata di Yandro Estrada (Camera237), dai tasti di Ignazio Nisticò (Camera 237, Portland Souvenir) e dalla chitarra acustica di Aldo D’Orrico (Miss Fraulein, Muleskinner Boys).

altre info su: www.thisiskyle.it 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: